Mi è stato chiesto di esprimermi su Giuseppe Bottai e la sua influenza nei Beni Culturali, come da me citato più volte in conferenze, ed anche adesso non mi sottraggo. Al di là del Bottai politico, che non è mia competenza commentare, c’è un aspetto del Bottai, uomo di cultura, che mi interessa evidenziare. NdR. Fondamentale è il libro ‘La politica delle Arti 1918 1943’.